Yelp vince di nuovo in tribunale: Perché una causa non sistemerà la vostra reputazione

Perché fare causa per far rimuovere le recensioni negative è uno spreco di soldi

“Faremo contattare Yelp dal nostro avvocato e loro rimuoveranno la recensione”. È una risposta comune da parte delle organizzazioni che hanno visto i danni delle recensioni negative online. Ed è anche sbagliata.

Yelp in particolare è stato al centro di una serie di cause legali che cercano di combattere il diritto dei siti di recensioni di mostrare le classifiche generate dagli utenti. E Yelp ha vinto, ogni singola volta. L’ultimo scontro a colpire la stampa coinvolge una causa per diffamazione presentata da una società di fabbri di Washington il cui proprietario sostiene che Yelp ha permesso che una valutazione per un business diverso fosse messa sulla sua pagina nel tentativo di estorcergli il pagamento per la pubblicità on-page.

Il 9° Circuito degli Stati Uniti ha sentito la Corte d’Appello. Circuit Court of Appeals ha ascoltato il caso e si è pronunciato contro il proprietario dell’azienda, con il panel di tre giudici che ha chiamato le accuse “threadbare” e ha dichiarato che semplicemente non c’erano prove che Yelp avesse falsificato o fabbricato il contenuto.

“Non riusciamo a vedere come il sistema di valutazione di Yelp, che si basa su input di valutazione da parte di terzi e che riduce queste informazioni in una singola metrica aggregata, sia qualcosa di diverso dai dati generati dagli utenti”. – Il giudice di circuito M. Margaret McKeown

Questa è solo una di una lunga serie di sentenze che rende abbastanza chiaro che una causa non farà sparire i vostri problemi di reputazione online. I tribunali sono stati unanimi nel sostenere il diritto per i siti web di mostrare le valutazioni generate dagli utenti, indipendentemente dal danno che fanno alle imprese nominate o da quanto nebuloso possa essere il funzionamento di sistemi come i filtri per le recensioni.

Se la vostra organizzazione non ha un piano per proteggere la sua reputazione online che inizia con la prima interazione degli stakeholder, allora alla fine vi troverete nei guai. Mentre si può certamente lavorare per riparare una reputazione una volta che è danneggiata, è molto più facile (e, parliamo di ciò che conta davvero nella mente di molti imprenditori, meno costoso) costruire un cuscino di protezione prima di prendere un grosso colpo.

Erik Bernstein

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.