Smetti di aspettare che il tuo coniuge muoia per essere felice

Esaminare il difettoso sogno ad occhi aperti delle persone infelicemente sposate ovunque

Foto di Aron Visuals su Unsplash

Alzi la mano chi si è mai sentito bloccato in un matrimonio infelice.

Siccome questo è un articolo su internet, non posso effettivamente vedere quante mani sono in aria, ma sono pronto a scommettere che sono un sacco.

Ora, per una chiamata più imbarazzante: alzate la mano se avete mai sognato ad occhi aperti la morte del vostro partner significativo, liberandovi così dal vostro matrimonio infelice.

Sono pronto a scommettere che ci sono meno mani alzate ora, ma un mucchio di voi seduti lì con le mani abbassate sono dannatamente bugiardi.

La verità è che così tante persone che si sentono bloccate in matrimoni infelici e malsani occasionalmente sognano ad occhi aperti il loro coniuge che muore improvvisamente. Sembra una cosa disgustosa da esaminare perché ammettere una cosa del genere probabilmente significa che siamo persone terribili, giusto?

Bene, sono qui per dirti che non sei una persona terribile (o se lo sei, non è a causa di questa particolare situazione).

Ripercorriamo il sogno ad occhi aperti della morte del coniuge in modo che tu possa capire da dove proviene, perché non significa che sei un sociopatico senza cuore, e – forse la cosa più importante – perché è un “desiderio” intrinsecamente difettoso.

Verità numero uno:

Siiiate certi che non siete soli a immergere il dito del piede in un occasionale sogno ad occhi aperti sulla morte del coniuge, e non siete soli a provare vergogna per questo. Lo so perché per anni mi sono sentita intrappolata in un matrimonio malsano, e a volte ho avuto questi sogni ad occhi aperti – e mi sono anche sentita come una persona riprovevole per avere questi pensieri.

All’inizio di quest’anno ho ospitato un podcast sulla morte e la perdita, parlando con terapeuti e persone che sono state in alcune circostanze e relazioni difficili. Attraverso queste conversazioni, ho imparato che il sogno ad occhi aperti della morte del coniuge è un esperimento mentale molto comune, che induce sensi di colpa, per le persone che si sentono bloccate o intrappolate nelle loro relazioni e circostanze.

Verità numero due:

Il fatto che così tante persone infelicemente sposate stiano avendo gli stessi fugaci sogni ad occhi aperti non significa che stiamo vivendo in un mondo pieno zeppo di sociopatici insensibili. Ciò che in realtà significa è che stiamo vivendo in un mondo in cui molti di noi si trovano in situazioni profondamente insoddisfacenti e in relazioni malsane in cui ci sentiamo bloccati, ma non vogliamo (o sentiamo di non poterlo fare) assumerci la responsabilità di tirarcene fuori. Ci convinciamo di essere impotenti.

Prendersi la responsabilità – agire – è difficile. Significa che dobbiamo avere conversazioni difficili e confronti scomodi. Dobbiamo tracciare delle linee nella sabbia. Dobbiamo essere onesti, sia con noi stessi che con gli altri. Dobbiamo rischiare di prendere grandi decisioni che comportano enormi ramificazioni, e dobbiamo affrontare le conseguenze che ne derivano.

Dire al tuo coniuge che vuoi il divorzio? Difficile. Capire le implicazioni finanziarie di questo? Pessimo. Rischiare uno spettacolo disordinato che si svolge su Facebook dove i tuoi amici scelgono da che parte stare, e forse non scelgono la tua? Orribile. Per non parlare di come se la caveranno i bambini in tutto questo? Tutto sembra incredibilmente rischioso e doloroso e spaventoso e traboccante di non sapere. E il non sapere è il peggiore.

Ahhhh, ma se il tuo coniuge difficile morisse tranquillamente nel sonno? Porca miseria – voilà. Tutte le tue più grandi sfide e paure sarebbero improvvisamente rimosse per te, giusto? Non dovresti fare nulla di diverso. Non dovreste scuotere la barca in alcun modo. Non dovreste gettare nulla in uno sconvolgimento insicuro. Non dovresti iniziare conversazioni dolorose, rischiare di incitare la rabbia, rischiare di perdere le cose.

La cosa del sogno ad occhi aperti della Morte del Coniuge non è che vogliamo che le persone più vicine a noi soffrano e muoiano di morte orribile, è solo che siamo follemente contrari ad assumerci la responsabilità delle nostre situazioni e azioni, perché è difficile. Vogliamo che tutte le cose difficili vengano rimosse per noi. Vogliamo il cambiamento senza dover lavorare. Quindi la buona notizia in tutto questo è: no, non siamo tutti sociopatici senza cuore – quello che siamo è pigro e spaventato e insicuro e più che un po’ codardo… se questo ti fa sentire meglio.

Che ci porta a…

Verità numero tre (e questa è una vera chicca) :

Anche se il tuo fugace sogno ad occhi aperti si avvera, la tua vita non sarà meravigliosamente sistemata, e non sarai automaticamente più felice.

Come faccio a saperlo? Perché sono stata in un matrimonio infelice e malsano per molti anni, ho sognato ad occhi aperti tutti gli aspetti difficili della mia vita che sarebbero stati rimossi se mio marito fosse morto – e poi è morto. E la mia vita non fu sistemata. E non ero improvvisamente felice. La mia vita era diversa, ma diversa non è lo stesso che migliore. E vi garantisco che lo stesso sarebbe vero per voi.

Perché?

Perché se siete il tipo di persona che non è a suo agio con il farsi valere, avere conversazioni difficili, stabilire dei limiti e agire per sistemare la vostra vita mentre il vostro coniuge è vivo, sarete ancora quel tipo di persona dopo la sua morte. Non ti crescono magicamente le palle, la saggezza e la spina dorsale quando il tuo coniuge muore. L’unico modo per far crescere quelle cose è fare il lavoro personale per farle crescere, e se il tuo coniuge semplicemente muore – se l’universo porta via i tuoi problemi percepiti – rimuove il lavoro. Il che sembra il sogno, giusto? Il non dover fare il lavoro. Tranne che la parte del lavoro è ciò che crea il vero cambiamento. Senza il lavoro, ora sei solo una vedova/vedovo che non è a suo agio nel farsi valere, odia iniziare conversazioni difficili, non sa come stabilire dei limiti, e si sente incapace di agire per sistemare la sua vita. Sei ancora bloccato in questo. Ti senti ancora una vittima delle tue circostanze.

Il problema sei ancora tu.

Solo che ora ti ritrovi anche immerso nel senso di colpa perché la cosa che occasionalmente ti trovavi a sognare ad occhi aperti si è effettivamente avverata, quindi, oltre a tutto il resto, ora ti etichetterai anche come una cattiva persona.

È probabile che la prossima relazione che avrai rispecchierà in qualche modo quella che avevi con il tuo coniuge ormai morto. Perché siete la stessa persona, attraendo le stesse cose, operando negli stessi modi conflittuali nelle relazioni. Va un po’ a braccetto con la statistica che il 70% dei vincitori della lotteria finisce di nuovo in bancarotta entro cinque anni. Perché il denaro che l’universo ha dato loro – il denaro che erano sicuri fosse la risposta a tutti i loro problemi – non era la vera risposta al problema percepito. Non è nemmeno dissimile da quando mio figlio di 9 anni era in ansia per la sua mancanza di preparazione per un imminente test di matematica, così ha detto che forse, se tutto andava bene, la scuola sarebbe bruciata così da non doverlo fare. Una scuola in fiamme non ti farà magicamente diventare bravo a fare le divisioni lunghe, ragazzo.

È la stessa cosa. L’universo non può darti le soluzioni ai tuoi problemi senza che tu faccia il dannato lavoro.

La morte del tuo coniuge non “aggiusta” niente, semplicemente rende le cose diverse. E fino a quando non affronterai il modo in cui operi nelle tue relazioni e nella tua vita, niente cambierà effettivamente in meglio.

Quindi, se sei infelice nel tuo matrimonio o nella tua vita, ti imploro: smetti di sognare ad occhi aperti e metti a posto la tua merda. Chiarite cosa volete, quali sono i vostri valori, come volete che siano le vostre relazioni, e tracciate la mappa del lavoro che ci vorrà per arrivarci. E poi iniziate. Passate all’azione. Fate il lavoro duro. Sì, sarà molto difficile. Sì, perderete cose e persone. Sì, è impossibile sapere esattamente come sarà il tuo nuovo futuro finché non ci arrivi. Ma se vuoi il cambiamento, devi essere tu a crearlo.

L’universo può rendere le cose diverse, ma tu devi fare il lavoro per farle cambiare.

La mia mano è in aria. Lo giuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.