Questi sono i migliori gatti per le persone con allergie e perché le razze “ipoallergeniche” non sono sempre una scommessa sicura

Ci sono davvero alcuni gatti che causano meno starnuti, prurito e sniffling per i proprietari di animali con allergie o asma. Ma ecco cosa gli esperti vogliono che tu sappia quando si tratta di razze “ipoallergeniche” e di scegliere l’animale giusto.

Tracey L. Kelley

24 agosto 2020

Circa 3 persone su 10 con allergie o asma hanno anche reazioni a cani e gatti, secondo la Asthma and Allergy Foundation of America. Le allergie ai gatti, tuttavia, sono molto più comuni, quindi non c’è da meravigliarsi che così tante persone siano eccitate dall’idea di razze ipoallergeniche che si dice abbiano un tipo speciale di pelliccia o non siano così inclini allo spargimento. Ma secondo gli esperti, non è in realtà il pelo peloso di cui dovete preoccuparvi se siete allergici ai gatti – è una speciale proteina che tutti i gatti producono.

“Ci sono diverse proteine che i gatti lasciano e a cui le persone reagiscono: Da Fel d 1 a Fel d 7”, spiega Tarina L. Anthony, DVM, proprietaria e direttore medico dell’Aurora Cat Hospital and Hotel. “Il Fel d 1 è l’allergene più comune e si presenta principalmente nella saliva e nella forfora. Queste piccole proteine vengono inalate o entrano in contatto con la pelle, gli occhi e il naso e causano orticaria, prurito, starnuti e lacrimazione.”

Con questo in mente, ecco cosa gli esperti vogliono che tutti i potenziali proprietari di animali domestici con allergie sappiano quando si tratta di acquistare un gatto.

Alcune razze di gatti sono davvero ipoallergeniche?

Purtroppo, no. Secondo Anthony, questa definizione semplicemente non è vera. Ciò che è più accurato è che ogni persona ha una diversa soglia di allergia. Una persona allergica potrebbe non essere molto colpita da un tipo di gatto, mentre un’altra potrebbe reagire alla stessa razza “ipoallergenica” se è abbastanza sensibile, spiega. Anthony nota anche che le gatte femmine tendono a produrre meno Fel d 1 dei maschi, e i maschi sterilizzati meno dei maschi intatti.

E se siete davvero innamorati di un certo gatto? Chiedete a un veterinario di testare la proteina Fel d 1 del vostro preferito prima di portarlo a casa.

I migliori gatti per le allergie

Siccome ognuno reagisce in modo diverso, gli esperti raccomandano di adottare o visitare diverse razze di gatti per vedere come si reagisce. Ecco alcune delle migliori razze con cui iniziare:

– Jenni Ferreira /
Jenni Ferreira /

Balinese

Poiché questo intelligente, energico carino produce un po’ meno Fel d 1 e ha un pelo a strato singolo, è spesso una grande scelta per le persone con lievi allergie ai gatti, anche se è un po’ birichino. Come membro della famiglia siamese, sarà probabilmente molto loquace.

– abraham rizky sutadi /
abraham rizky sutadi /

Javanese

Cugino del Balinese, il Javanese non ha un sottopelo, il che significa che ha meno pelo da pettinare e passerà più tempo a coccolarsi. È abbastanza intelligente, ottimo con i bambini e facile da addestrare!

– Senchy / Getty
Senchy / Getty

Blu Russo

Ecco un altro gattino sorprendentemente attraente che ha meno Fel d 1 di altre razze. Anche se il blu russo ha un mantello denso e lussuoso, non perde molto pelo quindi c’è meno forfora in giro. È anche un’adorabile palla di pelo che sfata il mito dei gatti distaccati.

– Getty
Getty

Siberiano

Anche se il suo affascinante pelo lungo richiede una spazzolata durante la settimana e perde un po’ più pelo degli altri gatti, non dovrete preoccuparvi troppo di starnuti e prurito. I gatti siberiani sono irresistibili per molte ragioni, compresa la loro giocosa dolcezza e la ridotta produzione di allergeni.

Gatti che non perdono pelo (molto!)

Meno pelo significa che c’è meno possibilità di particelle irritanti nell’aria dalla proteina secca Fel d 1. Tuttavia, una toelettatura adeguata, una camera da letto senza gatti e purificatori d’aria potrebbero essere ancora necessari per godere della compagnia di questi gattini.

– andreaskrappweis / Getty
andreaskrappweis / Getty

Bengala

Con il suo insolito pelo corto e maculato, un Bengala sembra un piccolo gatto selvatico. Non perde il pelo come altre razze, il che è una buona cosa perché è abbastanza giocoso e desidera costantemente l’affetto dei suoi compagni umani.

– wildcat78 / Getty
wildcat78 / Getty

Cornish Rex

Questo gattino socievole e atletico è pronto a giocare sempre e ovunque – va anche a prendere! Il Cornish rex ha una pelliccia morbida ondulata e lanuginosa, ma senza uno strato grossolano. Ha bisogno di bagni occasionali per ridurre l’accumulo di olio, ma questi aiutano anche a ridurre al minimo gli allergeni Fel d 1.

– insonnia / Getty
insonnia / Getty

Devon Rex

Carino come un folletto e altrettanto malizioso, il giocoso Devon rex ha tre strati di pelo, ma la sua pelliccia è corta e ondulata con pochi peli volanti. È curioso, intelligente e desideroso di coccole.

– Leschenko / Getty
Leschenko / Getty

Oriental Shorthair

Sentirete un sacco di fusa da questo adorabile felino, perché è abbastanza affezionato ai suoi abitanti e vuole stare sempre con loro! Il pelo dell’orientale è fine e setoso al tatto, ma non perde molto pelo se lo spazzolate regolarmente, cosa che amerà.

– stefanamer / Getty
stefanamer / Getty

Sphynx

Probabilmente la cosa più vicina a una razza ipoallergenica, il dolce, vivace e divertente Sphynx è un incantatore altamente affettuoso che è essenzialmente senza pelo. Tuttavia, il suo rivestimento scamosciato ha bisogno del vostro aiuto per controllare l’olio della pelle con frequenti strofinacci e bagni occasionali.

Altri suggerimenti per i proprietari di gatti con allergie

Anthony dice che anche la dieta e la pulizia sono strumenti utili per ridurre le reazioni allergiche. “Mantenere il pelo del gatto sano con olio di pesce o acidi grassi omega-3 riduce la quantità di proteine allergiche presenti sul corpo del gatto”, dice. “Il bagno riduce anche il livello di proteine, ma lo shampoo per gatti ha le sue difficoltà. Rimuovere la forfora con un pettine a denti fini e il pelo con una spazzolatura regolare, anche se questo aerosolizza le proteine, quindi è meglio farlo fuori o da qualcuno che non ha allergie ai gatti”.

E se soffri? Vai in farmacia. Mentre gli scienziati stanno lavorando su soluzioni ipoallergeniche – come una speciale medicina felina e cibo che riduce i colpevoli di proteine – Antonio dice che è più facile trattare l’umano.

“Ci sono molti antistaminici, trattamenti di iposensibilizzazione e altri rimedi che aiutano le persone a coesistere più comodamente con i gatti”, dice Anthony.

Tutti gli argomenti sulla compatibilità degli animali domestici

Sit. Resta. Ora ti meriti un dolcetto!

Entra nella nostra comunità di genitori di animali domestici e ricevi regolarmente dolcetti direttamente nella tua casella di posta con la nostra newsletter Baffi e Scodinzoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.