Preghiere per i morti

La Chiesa prega per i morti, e questa preghiera dice molto sulla realtà della Chiesa stessa. Dice che la Chiesa continua a vivere nella speranza della vita eterna. La preghiera per i morti è quasi una battaglia con la realtà di morte e distruzione che grava sull’esistenza terrena dell’uomo. Questa è e rimane una rivelazione particolare della risurrezione. In questa preghiera Cristo stesso testimonia la vita e l’immortalità a cui Dio chiama ogni essere umano.

Riunirsi in presenza del corpo

Quando la famiglia si riunisce per la prima volta intorno al corpo, prima o dopo che questo sia preparato per la sepoltura, si possono usare tutte o alcune delle seguenti preghiere. È molto opportuno che i membri della famiglia partecipino alla preparazione del corpo per la sepoltura.

Tutti si fanno il segno della croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
R. Amen.

Poi un membro della famiglia legge:

Fratelli e sorelle, Gesù dice: “Venite a me, voi tutti che lavorate e siete oppressi, e io vi darò riposo.Prendete il mio giogo e imparate da me, perché sono mite e umile di cuore, e troverete riposo per le vostre anime. Sì, il mio giogo è facile e il mio carico leggero.”

Il corpo può allora essere asperso con acqua santa.

Il Signore Dio vive nel suo tempio santo
e dimora in mezzo a noi.
Siccome nel Battesimo N. è diventato il tempio di Dio,
e lo spirito di Dio ha vissuto in lui (lei),
con riverenza benediciamo il suo (lei) corpo mortale.

Allora un membro della famiglia può dire:

Con Dio c’è misericordia e pienezza di redenzione.
Preghiamo come Gesù ci ha insegnato: Padre nostro.

Poi si dice questa preghiera: Nelle tue mani, o Signore,
affidiamo umilmente il nostro fratello (sorella) N.
In questa vita lo (la) hai abbracciato
con il tuo tenero amore;
salvatelo ora da ogni male
e fatelo (lei) entrare nel riposo eterno.
Il vecchio ordine è passato:
accoglietelo dunque in paradiso,
dove non ci sarà più tristezza,
né pianto né dolore,
ma la pienezza della pace e della gioia
con il vostro Figlio e lo Spirito Santo
per i secoli dei secoli.
R. Amen.

Tutti possono firmare la fronte del defunto con il segno della croce. Un membro della famiglia dice:

Beati coloro che sono morti nel Signore;
che si riposino dalle loro fatiche,
perché le loro buone azioni vanno con loro.

V. L’eterno riposo dona a lui (lei), o Signore.
R. E splenda a lui (a lei) la luce perpetua.

V. Che egli (ella) riposi in pace.
R. Amen.

V. Che la sua anima e le anime di tutti i fedeli defunti, per la misericordia di Dio, riposino in pace.
R. Amen.

Tutti si fanno il segno della croce mentre un membro della famiglia dice:

Possa l’amore di Dio e la pace
del Signore Gesù Cristo
benedirci e consolarci
e asciugare dolcemente ogni lacrima dai nostri occhi:
nel nome del Padre,
e del Figlio, e dello Spirito Santo.
R. Amen.

Signore Gesù, nostro Redentore,
ti sei dato volentieri alla morte,
perché tutti gli uomini potessero essere salvati
e passare dalla morte a una vita nuova.
Ascolta le nostre preghiere;
guarda con amore il tuo popolo
che piange e prega per il suo fratello (sorella).

Signore Gesù, santo e misericordioso,
permetti a N. i suoi peccati.
Muovendosi hai aperto le porte della vita
per coloro che credono in te:
non lasciare che il nostro fratello (sorella) si separi da te,
ma per la tua gloriosa potenza
dagli (a lei) luce, gioia e pace in cielo,
dove tu vivi nei secoli dei secoli.
R. Amen.

Preghiere al lato della tomba

A parte il periodo di lutto, il mese di novembre, incluso specialmente il giorno di Ognissanti e il giorno di Ognissanti, è il momento tradizionale per visitare le tombe, così come l’anniversario della morte. Alcune o tutte le seguenti preghiere possono essere usate sulla tomba di un membro della famiglia o di un amico.

Tutti si fanno il segno della croce. L’animatore inizia:

Lode a Dio nostro Padre, che ha risuscitato Gesù
Cristo dai morti. Benedetto sia Dio in eterno.

Tutti rispondono:

Benedetto sia Dio in eterno.

Il seguente testo della Scrittura può essere letto: 2 Cor 5,1

Sappiamo che se la nostra dimora terrena, una tenda, dovesse essere distrutta, abbiamo un edificio da Dio, una dimora non fatta con le mani, eterna nei cieli.

Dopo un tempo di silenzio, tutti si uniscono in preghiere di intercessione, o in una delle litanie o altre preghiere. Tutti poi uniscono le mani per il Padre Nostro: Padre nostro.

Poi l’animatore prega:

Signore Dio,
i cui giorni sono senza fine
e le cui misericordie sono incalcolabili,
custodiscici nella consapevolezza che la vita è breve e l’ora della morte è sconosciuta.
Lascia che il tuo Spirito guidi i nostri giorni sulla terra
nelle vie della santità e della giustizia,
affinché possiamo servirti in unione con tutta la Chiesa,
sicuri nella fede, forti nella speranza, perfezionati nell’amore.
E quando il nostro viaggio terreno sarà finito,
conducici con gioia nel tuo regno,
dove tu vivi per tutti i secoli dei secoli.
R. Amen.

o:

Signore Gesù Cristo,
con i tuoi tre giorni nel sepolcro,
hai santificato le tombe di tutti coloro che credono in te
e hai fatto della tomba un segno di speranza
che promette la risurrezione,
anche se reclama i nostri corpi mortali.
Dona al nostro fratello (sorella) N.
di dormire qui in pace
fino a quando lo risveglierai alla gloria,
perché tu sei la resurrezione e la vita.
Allora lui (lei) ti vedrà faccia a faccia
e nella tua luce vedrà la luce
e conoscerà lo splendore di Dio,
perché tu vivi e regni nei secoli dei secoli.
R. Amen.

V. L’eterno riposo dona loro, o Signore,
R. E splenda ad essi la luce perpetua.

V. Che riposino in pace.
R. Amen.

V. Che le loro anime e le anime di tutti i fedeli defunti, per la misericordia di Dio, riposino in pace.
R. Amen.

Tutti si fanno il segno della croce mentre il conduttore conclude:

Possa la pace di Dio,
che supera ogni comprensione,
tenere i nostri cuori e le nostre menti
nella conoscenza e nell’amore di Dio
e del suo Figlio, nostro Signore Gesù Cristo.
R. Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.