In questa data, 22 aprile: Pat Tillman viene ucciso in Afghanistan

Pat Tillman all’Arizona State University.

CLICCA QUI se hai problemi a visualizzare le foto su un dispositivo mobile

Questo articolo è stato originariamente pubblicato il 23 aprile 2004

Pat Tillman, l’ambizioso giocatore della NFL che ha rinunciato a un contratto multimilionario per poter servire il suo paese come membro dell’unità d’elite Rangers dell’esercito americano, è stato ucciso in azione nel sud-est dell’Afghanistan in questa data del 2004.

Aveva 27 anni.

La morte di un uomo che è stato annunciato come un eroe, nonostante i suoi sforzi per essere considerato solo un altro soldato, ha provocato sentite espressioni di cordoglio e tributo ovunque, dalla Casa Bianca al suo stato di adozione dell’Arizona ai campi di atletica di San Jose dove è cresciuto.

La Casa Bianca in una dichiarazione ha elogiato Tillman come “un’ispirazione sia sul campo di calcio che fuori”.

“Per molti ragazzi di Almaden, era più grande della vita”, ha aggiunto un emozionato Randy Zimmer, che ha allenato Tillman alla Leland High School nella Almaden Valley di San Jose. “Ancora più importante di questo, per quelli di noi che lo conoscevano, era semplicemente Pat. Non era Pat il giocatore di football. Solo Pat. Qualcuno che amavamo”.

Il Pentagono ha detto in un terso annuncio venerdì che Tillman è morto quando il suo veicolo di pattuglia è stato attaccato. Un portavoce ha indicato che la morte di Tillman è avvenuta in uno scontro a fuoco in una battaglia con le forze della milizia anti-coalizione circa 25 miglia a sud-ovest di una base militare statunitense a Khowst.

Più di due anni dopo che gli Stati Uniti hanno spodestato il precedente governo per aver sostenuto il terrorismo, più di 10.000 truppe rimangono in Afghanistan e i combattimenti continuano contro i resti dei talebani e Al-Qaida.

Tillman ha giocato a football al college all’Arizona State ed è stato nominato giocatore difensivo dell’anno della Pacific-10 Conference come senior nel 1997. È stato scelto dagli Arizona Cardinals e ha giocato quattro stagioni, principalmente come sicurezza. Ma è diventato più noto – e agli occhi di molti anche eroico – per la sua decisione di diventare un soldato.

Uno spirito libero anticonformista che portava i capelli lunghi, Tillman ha voltato le spalle a un’offerta di contratto di tre anni e 3,6 milioni di dollari da parte dei Cardinals nel 2002. Invece, lui e suo fratello minore Kevin, un ex giocatore di baseball della lega minore, arruolato nell’esercito con l’obiettivo di diventare Rangers, un’unità specializzata che fa parte delle forze speciali dell’esercito.

I fratelli Tillman hanno evitato i riflettori, rifiutando tutte le richieste di interviste. Hanno anche incoraggiato la famiglia e gli amici a non parlare con i media, e questa posizione è continuata dopo la morte di Pat. I membri della famiglia erano in isolamento venerdì nella loro casa di Almaden Valley.

“Ho parlato con sua madre e suo padre oggi ed è stata davvero dura”, ha detto Terry Hardtke, l’allenatore di Leland quando Tillman era un senior. “Vogliono rispettare i desideri di Pat di non parlare con i media, quindi ho intenzione di onorare anche questo”.

Ma gli omaggi si sono riversati.

“C’erano cose che lui pensava fossero false, e pensava che le conferenze stampa sull’entrare nell’esercito fossero false”, ha detto il suo allenatore del college, Bruce Snyder. “Penso che valga la pena per tutti noi ottenere un apprezzamento per lui. Non è stato creato dai media. Queste cose erano molto reali. Non ho mai avuto a che fare con qualcuno come lui”.

Il senatore John McCain, R-Ariz, un veterano decorato della guerra del Vietnam, ha detto in una dichiarazione che aveva il “cuore spezzato” per la morte di Tillman.

“Ma c’è nell’esempio di Pat Tillman, nella sua inaspettata scelta del dovere verso il suo paese rispetto alle ricchezze e alle altre comodità della celebrità, e nella sua umiltà, una tale ispirazione per tutti noi”, ha detto McCain.

Gli amici dicono che gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 hanno lasciato un profondo impatto su entrambi i fratelli. Poco dopo, hanno iniziato a ricercare opzioni militari e alla fine hanno messo gli occhi su come diventare Rangers.

Pat Tillman non l’ha mai detto a nessuno tranne che alla sua fidanzata del liceo, Marie Ugenti, che ha sposato poco prima di arruolarsi. I Tillman erano così determinati ad evitare la pubblicità che iniziarono il processo di arruolamento a Denver, dove era improbabile che Pat sarebbe stato riconosciuto.

L’estate scorsa, quando ESPN ha dato ai fratelli l’Arthur Ashe Courage Award alla sua annuale telecronaca degli ESPY Awards, hanno rifiutato di partecipare anche se erano tornati negli Stati Uniti dopo aver prestato servizio in Iraq. Hanno mandato il fratello minore Richard ad accettarlo per loro.

Tillman era noto per la sua personalità con i piedi per terra e talvolta malizioso, così come per la sua lealtà feroce. Non è mai stato un grande atleta. A 5 piedi e 11 e 202 libbre, non era grande per gli standard della NFL.

Ma possedeva un’incredibile intensità sul campo. In una vittoria sbilenca di Leland il suo ultimo anno, Tillman, che giocava in attacco e in difesa, continuava a sgattaiolare in campo. Alla fine, gli allenatori hanno dovuto togliere il casco e le spalline di Tillman e nasconderli per il resto della partita.

“Era un grande playmaker che era sempre intorno alla palla”, ha detto Dan Lloyd, coordinatore difensivo di Leland nel 1993. “Quindi, nell’esercito, non mi sorprenderebbe che fosse sempre al centro di tutto, che fosse il portabandiera della sua squadra”.

Solo tre grandi college reclutarono Tillman, e Arizona State ne fece l’ultima scelta quell’anno. Lì, eccelleva dentro e fuori dal campo, aiutando i diavoli del sole a un Rose Bowl come linebacker e laureandosi con una media di 3,84 punti in meno di quattro anni.

All’Arizona State, Tillman ha anche aggiunto alla sua reputazione per essere non convenzionale scalando gli standard di luce al Sun Devil Stadium per, ha affermato, la solitudine e la sfida. Più tardi, quando era con i Cardinals, ha preparato per un campo di addestramento da competere in un triathlon di 70,2 miglia – solo perché voleva vedere se poteva farlo.

A causa delle sue dimensioni, Tillman non era considerato una prospettiva NFL. Ma Dave McGinnis, che sarebbe diventato il suo allenatore con i Cardinals, ricorda che quando ha lavorato fuori Tillman prima del draft NFL 1998, il giocatore non si fermerebbe fino a quando ha completato perfettamente ogni esercizio.

“Tutto quello che faceva come giocatore, lo faceva a tutta velocità”, ha detto McGinnis. “E man mano che lo si conosceva, si scopriva che era il modo in cui perseguiva ogni obiettivo nella sua vita”.

I Cardinals lo draftarono al settimo e ultimo giro, con la 226esima selezione, e lo spostarono alla safety. Tillman divenne uno dei giocatori più popolari della squadra e stabilì un record di franchigia con 224 tackle nel 2000. Tillman era così in debito con la fiducia dei Cardinals in lui che nel 2001 rifiutò un’offerta contrattuale di cinque anni e 9 milioni di dollari dai St. Louis Rams per rimanere in Arizona, anche se i Cardinals lo pagarono 512.000 dollari per una stagione.

Poi fece un sacrificio ancora più grande: entrare nell’esercito.

Robert Setterlund, vicepreside della Leland per l’istruzione, ha ricordato che Tillman era così popolare che “si muoveva in gruppi grandi come squadre di calcio”. Ma Setterlund ha detto che la stessa comunità di Leland era preoccupata per Tillman quando ha saputo che stava diventando un Ranger.

“Non ha mai giocato sul sicuro”, ha detto Setterlund. “Così abbiamo temuto quando si è messo in pericolo”.

A dicembre, Tillman ha assistito a una partita dei Cardinals a Seattle. McGinnis ha detto che ha trascorso circa cinque ore la notte prima della partita con Tillman, sua moglie e suo fratello.

“È stato molto stimolante essere con lui e sentire il suo impegno e quanto fosse orgoglioso sia per lui che per Kevin di essere Rangers”, ha detto McGinnis. “È difficile immaginare che se ne sia andato. Eppure questo va all’essenza di ciò che era. Parole come onore, impegno e integrità erano davvero come il ragazzo ha vissuto la sua vita.”

McGinnis ha detto Tillman aveva previsto di tornare alla NFL quando il suo obbligo militare di tre anni è stato completato.

Doug Tammaro, un funzionario del dipartimento di atletica dell’Arizona State e un amico intimo di Tillman, ha detto che si sono scambiati messaggi telefonici il 1° aprile. Tillman gli ha detto che stava andando in Afghanistan.

Il 2° Battaglione, 75° Reggimento Ranger di Tillman è stato coinvolto nell’operazione Mountain Storm nel sud-est dell’Afghanistan. Oltre alla sua morte giovedì, altri due soldati statunitensi sulla pattuglia di combattimento sono stati feriti, e un soldato afgano che combatteva a fianco degli americani è stato ucciso.

Arizona State ha annunciato venerdì che ritirerà la maglia n. 42 di Tillman dopo la stagione 2004.

“Qualsiasi cosa la gente faccia o dica su Pat, non è abbastanza”, ha detto Tammaro. “Ma agli occhi di Pat, è troppo. Se vedesse tutta l’attenzione che sta ricevendo, direbbe: ‘Concentriamoci sui ragazzi che sono ancora lì’. ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.