Il Colorado Plateau: A Geological Wonderland

The Colorado Plateau

(Image credit: National Parks Service.)

Il Colorado Plateau è un paese delle meraviglie geologico che comprende 130.000 miglia quadrate (337.000 chilometri quadrati) centrati intorno alla zona dei Four Corners dell’Ovest americano e all’interno degli stati di Colorado, New Mexico, Arizona e Utah. Varia in altezza da poco più di 2.000 piedi (600 metri) lungo il fiume Colorado nel Grand Canyon a oltre 12.000 piedi (3.660 metri) nelle Henry e La Sal Mountains dello Utah sud-orientale. Più del 90% delle terre dell’altopiano sono drenate dal fiume Colorado e dai suoi principali affluenti, il Piccolo Colorado, il San Juan e i fiumi Green.

Il paesaggio

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

Questa terra è caratterizzata da alte montagne, altipiani aspri ed erosi, gole fluviali, picchi vulcanici, archi di arenaria, guglie e hoodoos e comprende lo splendore del Grand Canyon. È il paesaggio più selvaggio dei 48 stati più bassi. È anche la sede del più grande gruppo di parchi nazionali (10) e monumenti nazionali (17) che si trovano in tutto il mondo. Dieci tribù di nativi americani rivendicano il Colorado Plateau come loro patria e condividono l’arida regione con una moltitudine di piante e animali unici e rari dell’alto deserto.

Un’area antica

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

Il Colorado Plateau è estremamente antico – almeno 500 milioni di anni e forse più. È una massa ben definita e spessa di crosta continentale che è rimasta intatta e ha evitato la comune riformazione delle rocce (pieghe e faglie) che colpisce gran parte del resto del pianeta. Mentre le terre occidentali che lo circondano venivano rotte e piegate, allungate e sollevate, il Colorado Plateau incredibilmente è rimasto intatto.

Zona di transizione

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

Il confine occidentale del Colorado Plateau è segnato da una grande zona di transizione della comune geologia dell’altopiano e della comune provincia Basin and Range. Il confine settentrionale termina con le Uinta Mountains dello Utah e le Rocky Mountains del Colorado. La Rio Grande Rift Valley del Nuovo Messico, mostrata sopra nella Rio Grande Gorge, definisce il confine orientale e il Mogollon Rim dell’Arizona centrale e orientale segna il confine meridionale. Ai margini del Colorado Plateau, si trovano importanti campi vulcanici antichi.

Sei sezioni contrastanti

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

Il Colorado Plateau è stato diviso in sei sezioni contrastanti. La sezione Datil si trova nell’Arizona orientale e nel New Mexico occidentale ed è principalmente di origine vulcanica. Qui si trova lo Springerville Volcanic Field, un’area di 1.160 miglia quadrate (3.000 chilometri quadrati) con più di 400 bocche vulcaniche inattive. Il campo vulcanico di Springerville, mostrato sopra, è il terzo campo vulcanico più grande degli Stati Uniti continentali.

Il Grand Canyon

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

La sezione del Grand Canyon si trova nel margine sud-occidentale e occidentale del Colorado Plateau. È la casa, come suggerisce il nome, del magnifico Grand Canyon. Lungo la parte sud-est di questa sezione si trova il campo vulcanico di San Francisco, il più grande campo vulcanico degli Stati Uniti continentali, con più di 600 antiche bocche vulcaniche. L’ultima eruzione vulcanica in questo campo è avvenuta nel 1064-1065 al Sunset Crater, vicino a Flagstaff, Ariz.

L’Altopiano

(Image credit: Jessi Brunson/US Fish & Wildlife Service)

La sezione Altopiano si trova lungo la parte occidentale e nord-occidentale del Colorado Plateau. È caratterizzata da grandi altipiani separati da faglie locali. Questa sezione ospita le incredibili formazioni geologiche dei parchi nazionali di Zion e Bryce Canyon. L’immagine qui sopra mostra un sentiero che passa attraverso Bryce Canyon.

Il bacino Uinta

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

Il bacino Uinta si trova nella parte più settentrionale del Colorado Plateau ed è la parte più bassa del grande altopiano. Molti degli affluenti minori del Green River hanno la loro origine qui nelle Uinta Mountains. Il grande esploratore spagnolo, padre Silvestre Velez de Escalante, visitò per la prima volta questa zona nel settembre 1776. La foto sopra è del raro e minacciato Barneby Ridge Cress (Lepidium barnebyanum) che si trova solo nel bacino di Uinta.

Il Canyonlands

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

La sezione Canyonlands si trova nella parte nord-orientale del Colorado Plateau ed è sede di canyon profondamente tagliati in un ambiente desertico. Il paesaggio è stato modellato e scolpito dai sistemi di drenaggio dei fiumi Green e Colorado. Questa è una terra di panorami spettacolari e ospita sia Canyonlands che Arches National Park. La foto sopra è della formazione conosciuta come Double Arch.

Il Navajo

(Image credit: Linda & Dr. Dick Buscher)

La sezione Navajo del Colorado Plateau è la sede della zona dei Four Corners del sud-ovest americano. È la zona centrale del Colorado Plateau, con paesaggi di altipiani separati da valli aride e desertiche. Molti monumenti nazionali come il Canyon de Chelley e i parchi tribali Navajo come il Lake Powell e la Monument Valley, mostrati sopra, si trovano in questa drammatica sezione del Colorado Plateau.

Canyon profondi

(Image credit: Linda & Dott. Dick Buscher)

A causa dell’effetto erosivo dei fiumi che attraversano il Colorado Plateau, i molti canyon profondi che si trovano qui sono come un libro di testo aperto del tempo geologico. Lo gneiss e lo scisto precambriano metamorfosato sono esposti sul fondo del Grand Canyon e si pensa che abbiano più di 1.600 milioni di anni. I colori brillanti degli spessi strati di arenaria e di rocce sedimentarie calcaree sono il risultato di antichi mari del Permiano di 380 milioni e 145 milioni di anni.

Notizie recenti

{{ articleName }}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.