Gourami del miele (Trichogaster chuna)

Gourami del miele (Trichogaster chuna, precedentemente chiamato Colisa chuna) è un pesce luminoso e colorato che è perfetto per piccole vasche nano ed è molto facile da tenere. Tuttavia, il pesce non è così diffuso come il suo parente stretto gourami nano (Trichogaster lalius), ma guadagna rapidamente popolarità tra gli acquariofili.

Habitat in natura

Il pesce abita nel nord-est dell’India e del Bangladesh nel fiume Gang e nei bacini del Brahmaputra, in acque densamente piantumate.

Il pesce si incontra spesso in laghi, stagni, piccoli fiumi, campi allagati e anche scarichi. Molti habitat sono soggetti a siccità stagionale, che dura da giugno a ottobre.

Di regola il pesce abita in acque con molte piante e acqua morbida e poco mineralizzata. Il gourami del miele si nutre di insetti, le loro larve e vari zooplancton.

Prima fu descritto nel 1822 da Francis Hamilton e fu considerato appartenente al genere Colisa, tuttavia oggi è molto spesso trattato come uno del genere Trichogaster. La femmina è stata erroneamente ritenuta appartenere al genere Colisa soto.

Descrizione

Le dimensioni sono fino a 7 centimetri di lunghezza (2.8 in). Di solito in una vasca il pesce è lungo 1,5 pollici (3,5-4 cm), ma alcune specie crescono fino a 6 e anche 7 cm di lunghezza.

Le estremità delle pinne dorsale e anale del maschio sono appuntite e le femmine le hanno arrotondate. Le pinne addominali filamentose si trovano davanti alle pinne pettorali. I maschi sono più sottili e di colore più brillante delle femmine.

La colorazione dei maschi varia dal marrone oliva al rosso-arancio. Durante il periodo della deposizione delle uova la colorazione diventa molto brillante e il corpo diventa rosso intenso.

C’è una striscia marrone scuro che inizia vicino all’occhio e va lungo il lato del corpo, l’addome è argenteo e di colore più chiaro.

Il bordo della pinna dorsale è giallo limone; le pinne addominali filamentose sono rosso-arancio brillante. La colorazione delle femmine è uguale a quella dei maschi, ma un po’ più pallida.

Difficoltà di allevamento

Trichogaster chuna è una buona scelta per i principianti. Il pesce non è aggressivo, dai colori vivaci, si adatta a vari parametri dell’acqua della vasca e alla temperatura. Oltre a quanto detto sopra, questo pesce è il più piccolo del suo genere.

Molto raramente cresce fino a 7 cm (2,8 in), poiché di regola i maschi sono lunghi 1,5 in, le femmine sono più grandi – 2 in.

Ancora una volta, il pesce è pacifico e, quindi, è abbastanza benvenuto in qualsiasi vasca di comunità, anche se il pesce è un po’ timido. Può anche abitare in vasche molto piccole.

Conservazione in vasca

Nome scientifico Trichogaster chuna, Colisa chuna
Nome comune Gourami del miele
Dimensione vasca 8 galloni e oltre
Temperamento Peaceful
Dieta Omnivoro
Temperatura 71-82°F (22 – 28 °C)
pH 6,0-7,5
Dimensioni fino a 7 centimetri di lunghezza (2.8 in)

Il gourami del miele non è piuttosto esigente e si abituerà facilmente alle condizioni della vostra vasca. La temperatura preferibile dell’acqua è di 71-82°F (22 – 28 °C) e anche l’aerazione è necessaria, perché il pesce prende aria dalla superficie dell’acqua.

Anche se l’organo che tutti i posatoi rampicanti hanno permette al pesce di sopravvivere in acqua carente di ossigeno, molto spesso si considera erroneamente che a causa di questo il pesce non richiede il rinnovo dell’acqua.

In questo caso il pesce può soffrire di avvelenamento tossico da nitrati e ammoniaca e morire di conseguenza. Si raccomanda di rinnovare settimanalmente l’acqua del 20-25%.

E’ particolarmente importante in vasche piccole, dove tutti i processi avvengono molto più velocemente.

Il pesce ama quando ci sono molte piante in una vasca, quindi sarà perfetto rendere il lato posteriore della vasca densamente piantato e lasciare uno spazio per nuotare nel mezzo. Inoltre è possibile creare molti rifugi in una vasca, nel caso in cui sorgano dei conflitti tra gli abitanti della vasca.

Il pesce ama le piante dense e alcune piante galleggianti. I pesci possono vivere anche in piccole vasche nano. Il volume minimo raccomandato per la coppia di pesci è di 8 galloni USA (30 litri). Il pesce preferisce nuotare principalmente in strati d’acqua medi e superiori.

Alimentazione

È un pesce onnivoro, si nutre di insetti e delle loro larve. In una vasca il pesce mangia tutti i tipi di cibo vivo, congelato e artificiale.

La dieta può essere basata su qualsiasi cibo in scaglie con componenti supplementari come corethra, bloodworm, gamberetti in salamoia.

Maschio vs femmina

È facile distinguere tra maschio e femmina. Il maschio riproduttivo ha una colorazione più brillante e l’addome blu scuro.

La femmina è più grande del maschio e la sua colorazione è più chiara. Il maschio ha le estremità della pinna dorsale e anale appuntite, le femmine le hanno arrotondate.

Gourami del miele contro il gourami nano

Compatibilità e compagni di vasca

Il gourami del miele è timido, lento e timoroso. Il pesce ha bisogno di tempo per abituarsi al nuovo ambiente e si dovrebbe tenere d’occhio i suoi compagni di vasca, in modo che riceva abbastanza cibo.

Mettere piante spesse in vasca aiuterà il pesce a diventare più fiducioso e diminuire lo stress. Il pesce è attivo principalmente durante il giorno. Preferisce nuotare negli strati superiori e medi dell’acqua.

Piccoli e pacifici pesci come guppy, portaspada, molly, tetra neon, pesci betta saranno buoni compagni di vasca.

Il gourami nano non è raccomandato come compagno d’acquario, poiché è aggressivo verso i suoi simili e verso pesci come il tiger barb. Il gourami nano può mordere le sue lunghe pinne pettorali.

Allevamento

Il gourami nano come tutti gli altri pesci del genere Anabantidae fanno i loro nidi di schiuma vicino alla superficie dell’acqua. Quando sono pronti per la deposizione delle uova, il maschio costruisce un nido di bolle sulla superficie dell’acqua e poi balla e dondola intorno alla femmina.

Il maschio si occupa delle uova e della pulizia del nido. Il processo di deposizione delle uova può essere ripetuto più volte durante diverse ore e centinaia di uova possono essere fecondate.

Dopo che la deposizione delle uova è finita, si dovrebbe mettere via la femmina del pesce.
Questo pesce non usa nessuna pianta nel suo nido, come fa il gourami nano, ma ama avere il suo nido sotto le foglie delle piante galleggianti.

Dovremmo menzionare che i maschi sono più tolleranti e calmi verso le femmine e rispettano se queste non sono temporaneamente pronte per la deposizione delle uova.

Mentre il Trichogaster chuna può anche uccidere le sue femmine in questo caso, se queste non hanno abbastanza rifugi.

Il maschio sta verticalmente di fronte alla femmina, lentamente arriva al nido e la fa arrivare lì. Questo durerà fino a quando la femmina entra nel nido e iniziano a deporre le uova.

Dopo che la deposizione delle uova è finita, il maschio raccoglierà attentamente le uova che hanno perso il nido e le metterà dentro.

Il maschio sorveglia il nido e i giovani. Ma quando i giovani cominciano a nuotare, si dovrebbe mettere via anche il maschio. I giovani dovrebbero essere nutriti con infusori e gamberetti incapsulati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.