Diidrossiacetone

Perché usare l’abbronzatura finta?

Gli abbronzanti finti, gli abbronzanti senza sole o i preparati usati per imitare l’abbronzatura stanno diventando molto più popolari in quanto la gente sta diventando più consapevole dei pericoli dell’esposizione al sole a lungo termine e delle scottature. Ci sono ora diversi modi per ottenere un’abbronzatura senza dover esporre la pelle al sole, questi includono:

  • Coloranti (diidrossiacetone)
  • Bronzanti (coloranti)
  • Acceleratori di abbronzatura (tirosina e psoraleni)
  • Solari (lettini e lampade solari)
  • Il peptide sintetico melanotropo Melanotan II non soggetto a licenza.

Che cos’è il diidrossiacetone?

L’abbronzante senza sole diidrossiacetone (DHA) è attualmente il modo più popolare per ottenere un aspetto abbronzato senza esposizione al sole, in quanto comporta meno rischi per la salute di qualsiasi altro metodo disponibile. Ad oggi, è l’unico ingrediente attivo approvato dalla US Food and Drug Administration (FDA) per l’abbronzatura senza sole.

Come funziona il DHA?

Tutti gli abbronzanti efficaci contengono DHA. Si tratta di uno zucchero incolore a 3 carboni che, se applicato sulla pelle, provoca una reazione chimica con gli aminoacidi nelle cellule superficiali della pelle, producendo un effetto scurente. Il DHA non danneggia la pelle, in quanto colpisce solo le cellule più esterne dell’epidermide (strato corneo).

Quali formulazioni di DHA sono disponibili?

Ci sono molti preparati autoabbronzanti contenenti DHA sul mercato e molti affermano di essere la migliore formulazione disponibile. Considera i seguenti punti quando decidi la preparazione più adatta a te.

  • Le concentrazioni di DHA possono variare dal 2,5 al 10% o più (principalmente 3-5%). Questo può coincidere con le gamme di prodotti che elencano le tonalità come chiare, medie o scure. Un prodotto a concentrazione più bassa (tonalità più chiara) può essere migliore per i nuovi utenti in quanto è più indulgente all’applicazione non uniforme o alle superfici ruvide.
  • Alcune formulazioni contengono anche idratanti. Gli utenti con la pelle secca ne trarranno beneficio.
  • I preparati a base di alcol saranno più adatti agli utenti con la pelle grassa.
  • Il DHA fornisce una certa protezione contro i raggi UV (UVA). Per aumentare la protezione UV alcuni prodotti includono anche una protezione solare.
  • Gli alfa-idrossiacidi promuovono la rimozione delle cellule morte della pelle in eccesso, quindi dovrebbero migliorare l’uniformità della colorazione.
  • Altri ingredienti possono essere aggiunti per facilitare l’applicazione o per far durare di più il colore. Consultate il vostro farmacista per un consiglio.

Chi dovrebbe usare i preparati contenenti DHA?

Chiunque voglia un aspetto abbronzato senza doversi esporre ai raggi UV può usare questi preparati. Tuttavia, l’aspetto finale dipenderà dalla formulazione utilizzata, dalla tecnica di applicazione dell’individuo e dal tipo di carnagione dell’utente.

Gli usi clinici possono essere per la vitiligine e come camuffamento di alcune irregolarità della pelle come le vene di ragno.

Può fornire una certa protezione agli individui con alcuni disturbi di fotosensibilità come l’eruzione luminosa polimorfa, la protoporfiria eritropoietica o la fotosensibilità indotta da farmaci.

Come si usano i preparati contenenti DHA?

Il risultato finale ottenuto dai preparati autoabbronzanti al DHA dipende molto dalla tecnica di applicazione dell’individuo. Cura, abilità ed esperienza sono necessarie quando si usano questi prodotti. I seguenti sono alcuni consigli per l’auto-applicazione per ottenere un aspetto liscio e uniforme.

  • Preparare la pelle pulendola e poi esfoliandola con una spugna; questo eviterà un’applicazione non uniforme del colore.
  • Pulire la pelle con un tonico idroalcolico e acido, in quanto questo rimuoverà eventuali residui alcalini di saponi o detergenti che possono interferire con la reazione tra DHA e aminoacidi.
  • Mirare prima la zona, facendo attenzione a includere le parti ossee di caviglie, talloni e ginocchia.
  • Applicare sulla pelle in strati sottili dove si desidera il colore, meno sulla pelle più spessa, poiché il colore viene mantenuto più a lungo in queste aree.
  • Per evitare uno scurimento non uniforme su aree come gomiti, caviglie e ginocchia, rimuovere la crema in eccesso sulle prominenze ossee con un batuffolo di cotone bagnato o una flanella umida.
  • Lavare le mani immediatamente dopo l’applicazione per evitare di abbronzare i palmi. In alternativa, indossare i guanti per l’applicazione.
  • Per evitare di macchiare i vestiti, attendere 30 minuti che il prodotto si asciughi prima di mettere i vestiti.
  • Non radersi, fare il bagno o nuotare per almeno un’ora dopo aver applicato il prodotto.
  • Riapplicare regolarmente per mantenere il colore.

I saloni di abbronzatura, le spa e le palestre possono offrire l’applicazione professionale di prodotti abbronzanti senza sole.

  • La lozione può essere applicata da un tecnico esperto.
  • Una soluzione può essere spruzzata con l’aria sul corpo.
  • Entrare in una cabina di abbronzatura senza sole per un’applicazione uniforme su tutto il corpo.

Fare attenzione a coprire occhi, labbra e mucose per evitare di ingerire o inalare la nebbia contenente DHA.

L’abbronzatura è istantanea e quanto dura?

Un cambiamento di colore è solitamente evidente entro un’ora dall’applicazione. Il massimo dello scurimento può richiedere 8-24 ore per svilupparsi. Se si desidera un colore più scuro, si possono fare diverse applicazioni successive ogni poche ore per ottenerlo.

Un’abbronzatura artificiale prodotta dal DHA durerà fino a quando le cellule morte della pelle si sfregano, di solito 5-7 giorni con una singola applicazione. A seconda dell’area, lo stesso colore può essere mantenuto con applicazioni ripetute ogni 1-4 giorni.

Effetti della crema abbronzante

Quali precauzioni ci sono quando si usano i preparati autoabbronzanti al DHA?

La cosa più importante da ricordare quando si usano autoabbronzanti al DHA è che non proteggono la pelle dal sole. Anche se il DHA fornisce una certa protezione dai raggi UV e molti prodotti contengono una protezione solare aggiuntiva, la protezione UV fornita è molto più effimera del cambiamento di colore della pelle. L’SPF dichiarato per il prodotto è applicabile solo per alcune ore dopo l’applicazione dell’autoabbronzante.

Nonostante lo scurimento della pelle, un individuo è altrettanto suscettibile ai dannosi raggi UV, quindi va sottolineato che un programma generale di protezione solare è ancora molto necessario.

Ci sono effetti collaterali nell’uso dei preparati autoabbronzanti al DHA?

Il DHA reagisce rapidamente nello strato corneo, minimizzando l’assorbimento sistemico. La dermatite da contatto causata dal DHA è stata riportata raramente. La maggior parte delle cause di sensibilità sono dovute ad altri ingredienti come i conservanti nella preparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.