Come alzare i livelli di pH nella tua piscina

Le piscine sono un modo divertente per rinfrescarsi, ma se l’equilibrio del pH è spento, possono anche essere una fonte di irritazione, malattia e sforzo finanziario. Se recentemente avete testato i livelli di pH nella vostra piscina e li avete trovati troppo bassi, possiamo aiutarvi. In questo articolo, spiegheremo come aumentare i livelli di pH e mantenerli nel giusto intervallo per mantenere la tua piscina sicura.

Qual è il pH della tua piscina?

pH è la misura degli ioni idrogeno in un liquido, come l’acqua di una piscina. Il pH è misurato su una scala da zero a quattordici con un’estremità (zero) che rappresenta una soluzione acida e l’altra (quattordici) che rappresenta una soluzione basica.

Una soluzione perfettamente neutra, come l’acqua pura, si trova al centro della scala con un pH di sette. L’acqua della piscina è mescolata con prodotti chimici, principalmente cloro, per uccidere i batteri e mantenere le condizioni sanitarie del nuoto. Poiché l’acqua della piscina contiene sostanze chimiche, non sarà perfettamente neutra. Un obiettivo ideale per un’acqua di piscina ottimale è un pH di 7,4, che è leggermente basico.

Perché l’equilibrio del pH della piscina è importante

L’acqua della piscina viene trattata con prodotti chimici per disinfettare e ossidare. Un equilibrio ottimale del pH è essenziale per mantenere le condizioni sanitarie del nuoto e la longevità delle attrezzature della piscina. Anche se alcuni altri prodotti chimici sono stati introdotti sul mercato, il prodotto chimico più comunemente usato per trattare le piscine è il cloro.

Il cloro funziona in due modi:

  • Disinfetta l’acqua uccidendo i batteri e le alghe che causano malattie trasmesse dall’acqua. I batteri nell’acqua della piscina possono far soffrire i nuotatori di diarrea, nuotatori, infezioni all’orecchio e infezioni della pelle.
  • Il cloro ossida anche (o neutralizza) lo sporco e le particelle di detriti che entrano nell’acqua dai nuotatori e dall’ambiente.

Mantenere un pH ottimale è importante perché può avere un impatto sull’efficacia del cloro e alla fine portare a condizioni di nuoto non igieniche. Oltre alla salute, è anche essenziale per il comfort dei bagnanti – il pH ottimale per le piscine è lo stesso pH dell’occhio umano e delle mucose. Un pH squilibrato può portare a prurito e irritazione della pelle e degli occhi dei nuotatori.

E se la salute, la sicurezza e il comfort dei nuotatori non sono sufficienti, l’equilibrio del pH è essenziale per la longevità delle strutture e delle attrezzature della piscina. L’acqua della piscina troppo acida è corrosiva e porta alla rottura di attrezzature come pompe, scale e strutture del trampolino. Livelli di pH sbilanciati logorano anche il rivestimento della piscina e creano la necessità di sostituzioni più frequenti.

Che cosa provoca bassi livelli di pH

I bassi livelli di pH portano a una serie di problemi di manutenzione come l’erosione prematura della malta e gli impianti corrosi come scale e trampolini. Il pH basso fa sì che i rivestimenti della piscina diventino fragili e si incrinino. Causa anche disagi per i nuotatori come bruciore agli occhi e prurito alla pelle.

Nella maggior parte dei casi, i bassi livelli di pH sono causati da fattori naturali come un forte temporale, un uso eccessivo e un uso improprio di prodotti chimici. L’acqua piovana naturale ha un pH di 5 – 5,5, quindi è naturalmente acida. Una notevole quantità di pioggia può alterare il pH dell’acqua della piscina rendendola più acida. I livelli di pH potrebbero anche essere bassi dopo una grande festa.

I fluidi corporei disciolti possono abbassare i livelli di pH, quindi se avete avuto molti nuotatori nella vostra piscina di recente, l’uso eccessivo potrebbe essere il colpevole. E, a volte, nonostante le nostre migliori intenzioni, tutti gli intrugli sul mercato per cercare di gestire i livelli di pH possono fare più male che bene. È facile sbilanciarsi sui livelli di pH quando si cerca di trovare una soluzione fai da te a un problema dell’acqua della piscina.

Come aumentare i livelli di pH nella piscina

Forse avete notato qualcosa di strano nell’acqua della vostra piscina, o forse era solo ora di fare un test dell’acqua. Fai il test e il pH è basso. Lo rifate per essere sicuri – e di nuovo, è basso. Che cosa puoi fare per alzare il livello di pH e riportarlo in equilibrio?

  1. Controlla i tuoi reagenti
  2. Aggiungi cenere di soda
  3. Controlla l’alcalinità e aggiungi bicarbonato di sodio
  4. Aerare l’acqua

Ci sono diverse cose che puoi provare per correggere il problema e aumentare il livello di pH nella piscina. Prima di andare al problema di aggiungere prodotti e test supplementari, ricontrollate i vostri reagenti. Le tue strisce di test dovrebbero essere sostituite almeno una volta all’anno, se c’è una possibilità che queste siano scadute, compra un nuovo kit di test e fai un altro test.

Aggiungi cenere di soda

La cenere di soda è un materiale fortemente alcalino che si dissolve bene in acqua e lascia una quantità minima di tracce. L’aggiunta di un materiale fortemente alcalino aumenterà il livello di pH dell’acqua e ridurrà l’acidità. Quando si aggiungono materiali all’acqua per bilanciare il pH, è facile esagerare e passare da un problema di pH basso a un problema di pH alto.

Passo Uno – Calcolare quanto carbonato di sodio è necessario. Non superare due libbre per 10.000 galloni d’acqua.

Step Two – Assicurarsi che la pompa funzioni per far circolare l’acqua.

Step Three – Distribuire la soda in modo uniforme su tutta la superficie dell’acqua.

Step Four – Lasciare circolare l’acqua nella piscina per almeno un’ora prima di effettuare nuovamente il test.

Pool Mate 1-2210B pH Up per piscine, 10-Pound

  • Alza i livelli di pH
  • Previene l’irritazione degli occhi
  • Previene la corrosione delle attrezzature, danni all’intonaco
  • Gamma ideale PH 7.2 a 7.8 ppm

$19.39

View on Amazon

Controlla l’alcalinità totale e fai le regolazioni appropriate

L’alcalinità totale è la somma di tutti i materiali di base nell’acqua. Una bassa alcalinità totale può causare fluttuazioni significative e casuali nei livelli di pH. Se hai ancora problemi con letture di pH basse dopo aver aggiunto la quantità appropriata di soda, controlla la tua alcalinità totale.

Il bicarbonato di sodio (baking soda) è simile alla soda ed è usato nelle piscine per aumentare l’alcalinità totale. Aggiungere 1,4 libbre di bicarbonato di sodio per 10.000 galloni d’acqua e permettere alla piscina di circolare prima di testare di nuovo. Usa il nostro calcolatore di alcalinità totale per capire la quantità esatta.

Aerare l’acqua per alzare il pH

Quando l’aggiunta di alcaline non funziona, l’aerazione dell’acqua funziona. Il processo richiede molto più tempo di un’ora, a volte anche giorni, ma funziona. L’aerazione dell’acqua può essere fatta accendendo i giochi d’acqua, puntando i getti verso la superficie, o aggiungendo tubi di aerazione sopra i getti.

Hai bisogno di un aiuto per la manutenzione?

Siamo partner di HomeAdvisor per aiutarti a trovare i migliori servizi di manutenzione e pulizia delle piscine nella tua zona. Confronta gratuitamente i preventivi di professionisti della piscina completamente controllati.

Il pH basso è una soluzione facile

Alzare il livello di pH di una piscina è facile come aggiungere più materiali alcalini. La cenere di soda e il bicarbonato di sodio sono due prodotti alcalini comuni che possono essere usati per aumentare i livelli di pH in una piscina. Ricorda che i livelli di pH ottimali per una piscina sono tra 7,4 e 7,6!

Domande? Sparaci una nota!

Come Amazon Associate, guadagniamo dagli acquisti qualificanti. La partecipazione a questi programmi ci aiuta a mantenere le luci su PoolResearch.com e non ha alcun impatto sul nostro processo di ricerca o opinioni editoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.