Che cos’è l’Henna? | Henna Color Lab® – Henna Hair Dye

Il VELOCE & SEMPLICE

L’Henna (Lawsonia Inermis) è una pianta da fiore.

Le foglie della pianta di Henna contengono un pigmento colorante naturale e molto efficace: Lawsone.
Questo colorante arancione/rosso si libera quando le foglie vengono schiacciate. Essiccando, macinando e setacciando le foglie di Henné in una polvere fine, si massimizza il rilascio del pigmento (Lawsone).

L’Henné in polvere si attiva con aria e acqua. Dopo la miscelazione in una pasta, si può applicare direttamente sui capelli o sulla pelle per una colorazione naturale e super-efficace. L’henné tatua temporaneamente il corpo e colora permanentemente i capelli.

Le molecole di colorante Lawsone colorano effettivamente i capelli e la pelle legandosi in modo sicuro alle loro molecole proteiche. Si scuriscono man mano che si assorbono più in profondità nei capelli e nella pelle (legandosi ad altre proteine). Il colore raggiunge il massimo in circa 48 ore e può durare naturalmente per settimane. Roba piuttosto impressionante, non c’è da meravigliarsi che l’henné sia stato utilizzato per i capelli & del corpo per migliaia di anni – prove di uso cosmetico trovate dall’antico Egitto alla Persia all’Impero Romano.
Questo arbusto delle meraviglie cresce nelle zone tropicali e subtropicali di Africa, Asia meridionale e Australasia settentrionale. L’henné prospera appena fuori dalle loro regioni desertiche. E la migliore qualità di Henné, nota per la sua ricchezza di colore e la purezza del contenuto, viene coltivata e raccolta nell’India nord-occidentale.

Il lungo &dettagliato

c/o Wikipedia 2013: L’henné (Lawsonia inermis), chiamato anche albero dell’henné, è una pianta da fiore usata fin dall’antichità per tingere pelle, capelli, unghie, pelle e lana. Il nome è anche usato per i preparati di tintura derivati dalla pianta, e per l’arte del tatuaggio temporaneo basato su questi coloranti. Inoltre, il nome è usato impropriamente per altri coloranti per la pelle e i capelli, come l’henné nero o l’henné neutro, che non sono derivati dalla pianta.

Piccola pianta Lawsonia inermis

Il nome inglese “henna” deriva dall’arabo حِنَّاء (ALA-LC: ḥinnāʾ) o colloquialmente حنا, vagamente pronunciato /ħinna/. L’henné è un arbusto alto o un piccolo albero, alto 2,6 m. È glabro, multi ramificato con rami con punte di spine. Le foglie sono opposte, intere, glabre, sub-sessili, ellittiche e ampiamente lanceolate (1,5-5,0 cm x 0,5-2 cm), acuminate, con venature depresse sulla superficie dorsale. I fiori di henné hanno quattro sepali e un tubo calice di 2 mm con lobi diffusi di 3 mm. I petali sono obovati, gli stami bianchi o rossi inseriti a coppie sul bordo del tubo calice. L’ovario è a quattro cellule, lo stilo è lungo fino a 5 mm ed è eretto. I frutti sono piccole capsule brunastre, 4-8 mm di diametro, con 32-49 semi per frutto, e si aprono irregolarmente in quattro spaccature.

La pianta dell’henné è originaria delle regioni tropicali e subtropicali dell’Africa, dell’Asia meridionale e dell’Australasia settentrionale in zone semi-aride. La zona indigena dell’henné è la savana tropicale e la zona arida tropicale, in latitudini tra 15° e 25° N e S dall’Africa al bordo occidentale del Pacifico, e produce il più alto contenuto di colorante a temperature tra 35 °C e 45 °C. Durante l’inizio degli intervalli di precipitazioni, la pianta cresce rapidamente; mettendo fuori nuovi germogli, poi la crescita rallenta. Le foglie ingialliscono gradualmente e cadono durante prolungati intervalli di siccità o di freddo. Non prospera dove le temperature minime sono inferiori a 11 °C. Le temperature inferiori a 5 °C uccidono la pianta dell’henné. L’henné è coltivato commercialmente in Marocco, Algeria, Yemen, Tunisia, Libia, Arabia Saudita, Egitto, India, Iraq, Iran, Pakistan, Bangladesh, Afghanistan, Turchia, Somalia e Sudan. Attualmente il distretto di Pali nel Rajasthan è l’area di produzione dell’henné più coltivata in India, con oltre 100 aziende di lavorazione dell’henné che operano nella città di Sojat.

Pratica antica dell’henné: Body Art

L’henné è stato usato fin dall’età del bronzo per tingere la pelle (compresa la body art), i capelli, le unghie, il cuoio, la seta e la lana. In diverse parti del mondo è tradizionalmente usato in varie feste e celebrazioni. C’è menzione dell’henné come tintura per capelli nei registri di corte indiani intorno al 400 d.C., a Roma durante l’Impero Romano, e in Spagna durante la Convivencia. Era elencato nei testi medici del Papiro Ebers (16° secolo a.C. Egitto) e da Ibn Qayyim al-Jawziyya (14° secolo a.C. Siria ed Egitto) come erba medicinale. In Marocco, la lana viene tinta e ornata con l’henné, così come le teste dei tamburi e altri articoli in pelle.
L’uso dell’henné per la body art ha goduto di una recente rinascita dovuta ai miglioramenti nella coltivazione, nella lavorazione e all’emigrazione di persone dalle regioni tradizionali in cui si usa l’henné. Per la tintura della pelle, una pasta di henné macinato (preparato da una polvere secca o da foglie fresche macinate) viene messa in contatto con la pelle da qualche ora a tutta la notte. Le macchie di henné possono durare da pochi giorni a un mese, a seconda della qualità della pasta, del tipo di pelle individuale e di quanto tempo la pasta viene lasciata sulla pelle.
L’henné agisce anche come antifungino e come conservante per il cuoio e i tessuti.
I fiori di henné sono stati usati per creare profumi fin dai tempi antichi, e il profumo di henné sta vivendo una rinascita. L’henné respinge alcuni insetti nocivi e la muffa. Le proprietà coloranti dell’henné sono dovute al lawsone, un composto organico bordeaux che ha un’affinità di legame con le proteine. Il lawsone è concentrato principalmente nelle foglie, specialmente nei piccioli della foglia. Il contenuto di lawsone nelle foglie è correlato negativamente con il numero di semi nei frutti.

Tintura per capelli:
Henna è stata usata come tintura cosmetica per capelli per 6.000 anni. Nell’antico Egitto, Cleopatra e Nefertiti erano note per averlo usato. È stato comunemente usato per molti secoli nelle zone dell’India, del Medio Oriente e dell’Africa. In Europa, l’henné era popolare tra le donne legate al movimento estetico e agli artisti preraffaelliti dell’Inghilterra nel 1800. La moda dell’orientalismo portò le giovani donne con un’inclinazione bohémien a iniziare a tingere i loro capelli con l’henné. La moglie e musa di Dante Gabriel Rosetti, Elizabeth Siddal, aveva naturalmente i capelli rosso brillante. Contrariamente alla tradizione culturale inglese che considerava i capelli rossi poco attraenti, i preraffaelliti “feticizzarono” i capelli rossi. Siddal fu ritratta da Rosetti in molti dipinti che enfatizzavano i suoi fluenti capelli rossi. Gli altri preraffaelliti, tra cui Frederic Leighton, Evelyn de Morgan, Anthony Frederick Augustus Sandys, e pittori francesi come Gaston Bussière a volte accreditati con la divulgazione dell’uso dell’henné in Europa alla fine del 1800. La cortigiana parigina Cora Pearl era spesso chiamata La Lune Rousse (la luna rossa) per aver tinto i suoi capelli di rosso. Nelle sue memorie, racconta un incidente in cui tinse la pelliccia del suo cane domestico per abbinare i suoi capelli. Negli anni ’50, Lucille Ball rese popolare l'”henna rinse”, come lo chiamava il suo personaggio, Lucy Ricardo, nello show televisivo I Love Lucy. Ha guadagnato popolarità tra i giovani negli anni ’60 grazie al crescente interesse per le culture orientali.

Anche i musulmani usano l’henné come colorante per i loro capelli e per la barba dei maschi, seguendo la tradizione del loro profeta Maometto, che era solito tingersi la barba con l’henné. È considerato una “sunnah” e simile a qualcosa di fortunato/buono. In una sua narrazione, egli incoraggiava le donne musulmane a tingersi le unghie con l’henné, in modo che le loro mani possano essere distinte come femminili & dalle mani di un maschio. Quindi si vede questa tradizione molto nel Medio Oriente e in Africa dove le donne applicano l’henné alle unghie delle dita delle mani e dei piedi, così come alle mani.

Cleopatra VII
(Kleopatra-VII.-Altes-Museum-Berlin1)
Capelli tinti regolarmente con l’henné

Oggi:
L’henné confezionato commercialmente, destinato all’uso come tinta cosmetica per capelli, è disponibile in molti paesi, ed è ora popolare in India, così come in Medio Oriente, Europa, Australia, Canada e Stati Uniti. Il colore che risulta dalla tintura con l’henné può rientrare in un ampio spettro, dall’auburn, all’arancione, al bordeaux profondo, al marrone castagna o al blu-nero profondo. Per ottenere un colore che è più marrone o nero, l’utente deve utilizzare la tintura per capelli indaco così come l’henné. L’henné viene applicato per primo, per rivestire i capelli. Una volta asciutto, si usa l’indaco. I seguenti fattori determinano il colore dei capelli che risulta dall’uso dell’henné:
– il colore originale dei capelli dell’utente
– la freschezza dell’henné
– la regione di origine dell’henné
– la quantità di tempo in cui l’henné viene lasciato sui capelli per l’elaborazione
– se rimane bagnato sui capelli, o viene lasciato asciugare
– la quantità di calore trattenuto sulla testa durante il processo di tintura
In questa forma, è generalmente mescolato con erbe e profumi durante la produzione per dargli una fragranza piacevole. Viene preparato per l’uso più o meno nello stesso modo in cui viene preparato per la body art: di solito viene venduto in forma di blocco, e viene usato nella quantità necessaria per la tonalità desiderata di rosso, marrone o nero. Questo varia a seconda del colore naturale dei capelli dell’utente. L’henné viene grattugiato in un contenitore non metallico (il metallo può interagire chimicamente con l’henné e rovinare la tintura) come una ciotola di vetro. Poi si aggiunge acqua calda, e la miscela viene mescolata con uno strumento non metallico come una spatola. Una volta sciolto, l’henné viene sparso sui capelli puliti e asciutti. I capelli dovrebbero poi essere coperti con un involucro di plastica monouso per trattenere il calore e l’umidità, che aiutano la tintura ad attivarsi. Poiché qualsiasi henné che gocciola tingerà la pelle o i vestiti, molti utenti metteranno un asciugamano scuro o una cuffia da doccia sopra la plastica. L’henné richiede tipicamente almeno quattro ore di lavorazione prima di essere lavato via. Una volta che i capelli sono tinti con l’henné, il colore svanirà gradualmente, ma lo farà lentamente. Fonte del contenuto per “Il lungo & dettagliato”: Wikipedia, 2013

BENEFICI DELL’HENNA:

Tintura per capelli all’henné: Colora naturalmente e delicatamente i capelli. Rafforza il fusto dei capelli. Disintossica i follicoli. Condiziona il cuoio capelluto. Combatte la forfora.

Il pigmento di Henna, lawsone, migra gradualmente nel fusto del capello mentre si imposta e si lega naturalmente &alla cheratina (proteina) nei vostri capelli. In realtà manterrà i vostri attuali riflessi e sottotoni naturali. L’henné si fonde con le variazioni di colore dei vostri capelli esistenti, non le copre artificialmente. Il colore appare completamente naturale – mai “appiccicoso” e artificiale come le tradizionali tinture per capelli a base chimica.

Henna condizionerà e riparerà i capelli mentre si colora durante il trattamento (1-2 ore+). A differenza dei balsami artificiali a base di slick-coating leave-in, l’henné lavora dal cuoio capelluto in su. Gli effetti di condizionamento sono il processo totale dell’applicazione: la pasta di henné disintossica il cuoio capelluto e le radici (antibatterico & fungino); il pigmento lawsone ristruttura positivamente le proteine dei capelli; lo strato di cuticola dei capelli si liscia e si appiattisce aggiungendo lucentezza; e il risciacquo della pasta asciutta estrae naturalmente i residui dei capelli (inquinamento, prodotti per lo styling, ecc.) mentre si lava via, come una maschera di fango per il viso… solo una super combo naturale e collaudata nel tempo.

I nostri prodotti sono formulati con henné di pura qualità body art Premium e una miscela brevettata di erbe indiane &del Medio Oriente. Individualmente, sono stati utilizzati per migliaia di anni in Oriente e regolarmente mescolati insieme per formare meravigliose tinture per capelli & trattamenti di condizionamento dei capelli. Le donne indiane fanno regolarmente dell’applicazione dell’henné una pratica lunga un giorno con la famiglia e gli amici. Fanno l’henné sui loro capelli, preparano da mangiare e si divertono; è un evento – alcune dormono anche più di 8 ore nel loro impacco all’henné.

È sicuro al 100%: Puoi colorare i tuoi capelli di rosso (Henné puro) il lunedì, e poi tingerli di marrone (Miscela Henné marrone scuro) il mercoledì, e poi di nero (Miscela Henné nero naturale) il venerdì. La profondità del colore e gli effetti del trattamento migliorano solo con ulteriori applicazioni: vai così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.