Blog

Analisi del rischio di progetto quantitativa e qualitativa: come si differenziano?

  • Copper Team
  • 16 ottobre 2017
  • Blogs

La valutazione del rischio è una fase essenziale della pianificazione del progetto. Un’attività dettagliata di analisi dei rischi aiuterà un project manager a comprendere meglio le minacce relative a un progetto. L’attività aiuterà a valutare i diversi tipi di pericoli e la misura in cui possono influenzare i deliverable del progetto.

Una buona analisi dei rischi aiuta a comprendere i fattori che possono avere un impatto negativo sul progetto. Può aiutare a prendere misure proattive per superare gli ostacoli e assicurare il completamento del progetto con successo.

In questo articolo, spiegheremo prima i due tipi di tecniche di analisi del rischio del progetto, e poi identificheremo le differenze tra i due metodi.

Valutazione qualitativa del rischio

La valutazione qualitativa del rischio è definita nella quinta edizione del PMBOK Guide come il processo di identificazione e prioritizzazione dei rischi per un’ulteriore valutazione. Vengono usati diversi tipi di tecniche di valutazione qualitativa del rischio. I metodi comuni di valutazione qualitativa del rischio includono i seguenti.

  • Intervista
  • Brainstorming
  • Tecnica Delphi
  • Analisi SWOT
  • Analisi delle cause principali
  • Analisi delle ipotesi
  • Matrice di probabilità e impatto
  • Giudizio esperto
  • Schedule analisi del rischio

Valutazione quantitativa del rischio

L’analisi quantitativa del rischio è definita nella quinta edizione della Guida PMBOK come il processo di analisi numerica dei rischi con l’obiettivo di identificare i loro effetti sul risultato del progetto. Comporta l’assegnazione di un rating quantitativo o numerico ai rischi che riflette la probabilità del suo verificarsi.

Alcune delle tecniche comuni di valutazione quantitativa del rischio includono le seguenti.

  • Analisi della sensibilità
  • Analisi del valore monetario atteso (EMV)
  • Modellazione &Simulazione
  • Analisi del rischio di costo
  • Analisi di pareggio

Quali sono le differenze tra i due?

L’obiettivo dell’analisi di rischio qualitativa e quantitativa è di identificare i rischi. Tuttavia, l’analisi qualitativa del rischio è più soggettiva, mentre la valutazione quantitativa del rischio è più oggettiva. Ci può essere un pregiudizio soggettivo nel caso dell’analisi qualitativa. Questo non è il caso dell’analisi quantitativa.

Un’altra differenza fondamentale tra l’analisi del rischio quantitativa e qualitativa è che la prima considera i rischi globali del progetto mentre la seconda valuta i rischi specifici del progetto. I rischi globali del progetto sono dovuti alle correlazioni e interdipendenze dei diversi rischi. Si applica al progetto complessivo invece che alle singole attività.

Conclusione

Ogni project manager, così come il business owner, dovrebbe sapere come usare gli strumenti di valutazione dei rischi qualitativi e quantitativi per scoprire i rischi relativi ad un progetto. È necessario capire come i due metodi di identificazione dei rischi differiscono e quali bias possono verificarsi quando si calcolano i rischi. Questo non è solo qualcosa di opzionale, ma dovrebbe essere una parte essenziale della gestione del progetto.

In questo senso, un software di gestione del lavoro online può essere di grande aiuto. Il software può aiutare a identificare le potenziali aree di rischio e permettere di prendere misure proattive per minimizzare l’impatto dei rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.